Gialli - Thriller - Horror · Recensioni

Recensione // Anima

Buongiorno lettori 🙂

Oggi vi porto la recensione di un romanzo che mi ha lasciata senza fiato, ovvero Anima di Wajdi Mouawad. So che sta spopolando molto come titolo, in tanti lo stanno leggendo al momento. Merita davvero di essere conosciuto e letto tutto d’un fiato, per questo ve ne voglio parlare in questa recensione in modo un po’ più approfondito.

Un Libro, Una Tazza Di The

ANIMA

di Wajdi Mouawad

anima-light (1)

  • Copertina flessibile: 505 pagine
  • Editore: Fazi (26 febbraio 2015)
  • Collana: Le strade
  • Genere: Thriller
  • Prezzo di copertina: 18,50 euro

LINK AD AMAZONQUI

TRAMA: Una donna assassinata in una casa vuota, distesa in una pozza di sangue nel buio del salotto. Unico testimone, il gatto. È questa la scena agghiacciante che Wahhch Debch si trova davanti una sera, tornando dal lavoro. Quella casa è la sua, quella donna è sua moglie. Accecato dal dolore, assetato di vendetta ma soprattutto in cerca di risposte, l’uomo parte alla caccia del killer. Nel disperato tentativo di trovare una spiegazione al male, sprofonda nelle viscere di un mondo a sé stante, che vive appena sotto la pelle del mondo civile, abbandonato a mafie e traffici di ogni sorta, governato da leggi proprie. È un’esplorazione della natura umana nei suoi lati più oscuri, quella compiuta da Wahhch, un viaggio che lo porterà dalle gelide riserve indigene del Quebec, dove le più orribili bassezze si mescolano alla bellezza della cosmologia indiana, fino al Libano, dov’è sepolto il suo tragico segreto, un episodio brutale dell’infanzia che gli ha cambiato per sempre la vita.

Recensione

Raccontato interamente dal punto di vista dei più disparati animali, Anima ci racconta dell’essenza del nostro protagonista: Wahhch Debch. Perché un animale non si sofferma sulle apparenze, non sosta tra i castelli di carta e le finte facciate che regaliamo agli altri. Gli animali sono esseri intrisi di istinto e raccontano la storia di Wahhch dal dentro, sentendo le emozioni del nostro protagonista e riportandole al lettore.

È un romanzo coinvolgente, potente e crudo. Estremamente crudo. Di quella crudezza necessaria per raccontare una storia senza doverla edulcorare, modificare per farla bere con meno fatica agli occhi del lettore. Anima è un percorso narrato così com’è. Per questo motivo la violenza è necessaria e Mouawad la serve su un piatto d’argento, senza pietà. Proprio perché in questo romanzo non c’è pietà, vi è solo la necessità di raccontare le cose come stanno. Questo l’ho trovato un punto chiave del romanzo, che risulta di una veridicità incredibile nonostante degli elementi talvolta quasi mistici o simbolici.

“Gli umani sono soli… Hanno avuto il dono della verticalità, e tuttavia conducono la loro esistenza curvi sotto un peso invisibile. C’è qualcosa che li schiaccia… Non vedono gli occhi degli animali che li guardano. Non sentono il nostro silenzio che li ascolta.”

Il personaggio di Wahhch, dopo essere stato scosso in profondità dalla perdita della moglie deciderà di compiere un lungo viaggio non tanto per affrontare l’assassino della sua amata, quanto per riscoprire sé stesso e un passato che ha sepolto in fondo agli occhi e in fondo al cuore. In questo la narrazione dal punto di vista degli animali aiuta molto, proprio perché ci regalano la visione di Wahhch come solo un animale potrebbe riuscire a percepire. Ne comprendiamo l’apatia, il dolore, la tristezza e la determinazione.

Non si riesce a rimanere estranei a questo viaggio e alla personalità di Wahhch. Dopo poche pagine è difficile abbandonare il libro. Lo stile è molto scorrevole e intenso. Le emozioni di coloro che incontriamo sono descritte magistralmente. Come detto prima, è un romanzo in alcuni punti difficile da digerire, perciò pensateci bene se siete deboli di cuore. La violenza riportata però non è mai gratuita. Ha sempre uno scopo ed è giustamente inserita nel contesto del romanzo.

È un libro che contiene anche una forte carica antimilitaristica, che denuncia aspramente gli orrori della guerra. Il libro si sofferma soprattutto sulla guerra in Libano, la patria dell’autore. Di più non posso dirvi, lo scoprirete durante la lettura.

Un grande complimento infine a Mouawad per il lavoro di ricerca che sta dietro le pagine di Anima. Si nota sia dalla lunga bibliografia riportata a termine del romanzo, sia dalle descrizioni dei comportamenti degli animali come ci sia stato a posteriori un grande studio zoologico, che rende ancora più realistica la lettura, nonché interessante.

VOTO: 9.5/10

Un Libro, Una Tazza Di The

La recensione termina qui!

Fatemi sapere se l’avete trovata interessante, se avete anche voi letto il libro o se avete in mente di leggerlo a breve 🙂

Io vi auguro come sempre buone letture e in questo caso buona domenica!

A presto

Un Libro, Una Tazza Di TheLuna Lovebook

Annunci

One thought on “Recensione // Anima

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...