Narrativa · Recensioni

Recensione // La Sovrana Lettrice

Buongiorno lettori! 🙂

Oggi vi propongo la recensione di un libriccino che si è rivelato una lettura fantastica! Sto parlando de “La sovrana lettrice” di Alan Bennet.

Un Libro, Una Tazza Di The

01c6b8646990a14ad0b1d68a8099c0de_w600_h_mw_mh_cs_cx_cy

  • Copertina flessibile: 95 pagine
  • Editore: ADELPHI (28 settembre 2011)
  • Collana: Gli Adelphi
  • Prezzo: 8.00 euro

PUOI TROVARE IL LIBRO QUI

TRAMA: A una cena ufficiale, circostanza che generalmente non si presta a un disinvolto scambio di idee, la regina d’Inghilterra chiede al presidente francese se ha mai letto Jean Genet. Ora, se il personaggio pubblico noto per avere emesso, nella sua carriera, il minor numero di parole arrischia una domanda del genere, qualcosa deve essere successo. Qualcosa in effetti è successo, qualcosa di semplice, ma dalle conseguenze incalcolabili: per un puro accidente, la sovrana ha scoperto la lettura di quegli oggetti strani che sono i libri, non può più farne a meno e cerca di trasmettere il virus a chiunque incontri sul suo cammino. Con quali effetti sul suo entourage, sui suoi sudditi, sui servizi di security e soprattutto sui suoi lettori lo scoprirà solo chi arriverà all’ultima pagina, anzi all’ultima riga.

Recensione

In solo 95 pagine Alan Bennet mi ha saputo divertire e stupire come non mi capitava da tempo. E’ proprio vero che se uno scrittore ci sa fare non ha bisogno di scrivere molto. Il racconto che ci propone è un vero e proprio spasso per gli amanti della letteratura, mi sono ritrovata a ridere sotto i baffi ad ogni pagina! Tipico del racconto, e dello stile dello scrittore, è proprio l’umorismo inglese, ben lontano dall’essere del tutto esplicito o dirompente. E’ un umorismo sottile, quotidiano, fatto di sarcasmo e ironia.

“Il ragguaglio è succinto, concreto e pertinente. La lettura è disordinata, dispersiva e sempre invitante. Il ragguaglio esaurisce la questione, la lettura la apre.”

Ma la cosa che ho amato di più in questo romanzo è stata proprio la “sovrana lettrice” ovvero la regina d’Inghilterra, che Bennet ha saputo descrivere come una donna dal carattere forte, ma pieno di interrogativi. E’ una donna severa, come deve essere un monarca, però l’introspezione che fa l’autore sul suo personaggio è del tutto umana. Rende la figura della regina una persona comune, con i dubbi che potrebbero assalire tutti una volta raggiunti gli ottant’anni. E l’aspetto più affascinante è il cambiamento che subirà la regina nel corso del romanzo, grazie proprio alla scoperta dei libri e da ciò che trarrà da essi.

“È possibile che io mi stia trasformando in un essere umano. Non sono convinta che si tratti di un cambiamento auspicabile.”

Il racconto è un elogio alla lettura, davvero stimolante, divertente e per nulla banale. Penso possa essere un ottimo trampolino di lancio per avvicinare molte persone alla lettura. Senza contare i numerosi riferimenti a tantissime opere che sono sempre ben accetti.

Tutto ciò che combinerà a causa del suo amore per la lettura ve lo lascio da scoprire, vi assicuro che non ve ne pentirete!

stella1stella1stella1stella1 e mezzo

Un Libro, Una Tazza Di The

Alla prossima e buone letture!

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...